Essere o non essere, ascoltare o non ascoltare

Momenti di pura felicità si manifestano quando seguo il suo pensiero e divento una cosa sola con lui, faccio corpo unico, come mi dice. Non provo alcuna resistenza e il flusso della vita scorre incredibilmente bene, senza trovare ostacoli di fronte a sé. Eppure quante volte resisto, e resisto, e soffro, e resisto, e contrasto me stessa rifiutando la in verità la parte più saggia di me. Un corpo a corpo da cui esco senza vincere, né lasciare vincitori. E’ l’eterna lotta dell’ego che non vuole rinunciare alla sua supremazia, e anche quando il maestro che mi guida verso il superamento dei miei limiti vive in casa con me, al mio fianco, nel mio letto, può capitare che faccia di tutto per rimanere semplicemente, fatalmente uguale me stessa.  E il tempo perde il suo senso, se non porta verso la realizzazione interiore. Quando invece mi sintonizzo, ritrovo me stessa, la vita diventa “normale” e ogni tassello s sistema al posto giusto. E’ solo una questione di ascolto, ed è meraviglioso.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>